martedì 28 dicembre 2021

JUVENTUS: IL PUNTO SUL MERCATO D'INVERNO

 

Tra pochi giorni si aprirà ufficialmente la sessione del cosiddetto mercato di riparazione, in cui i club potranno sistemare la squadra o correggere gli errori commessi durante l'estate.

In Italia, la Juventus è una delle squadre più attese a qualche acquisto, sia per l'attuale posizione in classifica, sia per i limiti messi in evidenza in questa prima parte di stagione. 

Senza nemmeno dirlo, i reparti che hanno maggior bisogno di un restyling sono centrocampo e attacco. Il primo è ancora privo di un calciatore in grado di guidare la squadra, un vero regista capace sia di gestire sia di verticalizzare. Il secondo, invece, si è dimostrato molto avaro di gol, tanto che al momento il migliore realizzatore della Juventus è Paulo Dybala con 5 reti in Campionato. 

Messe da parte le suggestioni, prima fra tutte il clamoroso ritorno di Paul Pogba o l'arrivo di Dusan Vlahovic, i bianconeri stanno battendo diverse piste, ciascuna delle quali non troppo pesante per le casse della società, già messe a dura prova. 


Come sappiamo tutti, prima di poter acquistare, la Juventus deve cedere, così su questo fronte, i nomi rimangono sempre quelli di cui si parla ormai da diversi mesi, ovvero Aaron Ramsey, Arthur e Dejan Kulusevski

Fino a oggi, sembra non si siano concretizzate offerte, nonostante l'interesse mostrato da diverse squadre della Premier League. Le ultime notizie parlano, addirittura, di prestiti, sia per il gallese sia per il brasiliano. 

Una soluzione che permetterebbe alla Juve di disfarsi di ingaggi pesanti, ma che non porterebbe quel  tesoretto necessario e fondamentale da poter spendere in fase di acquisto.

L'unico che potrebbe portare dei soldi freschi, sembrerebbe Kulusevski, ma anche per lui si parla dell'interesse mostrato da alcune squadre, tra cui il Tottenham di Conte e Paratici, ma di nessuna offerta concreta. 

Sul versante acquisti, invece, prosegue la girandola di nomi e, data ormai per certa l'impossibilità di arrivare subito a Vlahovic, si stanno vagliando altre possibilità. 

Per il centrocampo, si cerca un affare low cost, ma, al momento, l'unica strada potrebbe essere quella che porta ad Axel Witsel del Borussia Dortmund. Le alternative, rappresentate dal francese Tchouameni e da Zakaria e Koné del Borussia Moenchengladbach sono ancora troppo care per le casse bianconere.

L'agenda è, invece, più fitta per quanto riguarda l'attacco, perché negli ultimi giorni è avanzanto con prepotenza il nome di Gianluca Scamacca, attaccante del Sassuolo, già accostato alla Juve l'estate scorsa.


Stando a quanto riportano i maggiori giornali sportivi, pare che la Juventus abbia anche già presentato un'offerta di 35 milioni di euro, ma dopo la cessione di Boga all'Atalanta, sarà difficile che il Sassuolo si privi di un altro attaccante, a meno che non ne abbia già pronto il rimpiazzo.

Oltre a Scamacca, non tramontano le opzioni Icardi e Cavani, ma sono tornati di moda anche i nomi di Luis Muriel dell'Atalanta (proprio alla luce dell'arrivo a Bergamo di Boga dal Sassuolo), di Arkadiusz Milik e di Alexandre Lacazette

Tutti e tre potrebbero rappresentare un investimento low cost, ma permangono i dubbi sull'affidabilità dei giocatori e sulla loro capacità di fare meglio di Morata e Kean. 

Con un mese di gennaio ricco di appuntamenti impegnativi, tra cui la finale per la Supercoppa Italiana, la dirigenza juventina dovrà affrontare giorni di fuoco, nella speranza di dare ad Allegri una squadra all'altezza di risalire in classifica e di affrontare con maggiore serenità gli ottavi di finale di Champions League. 


(Marcello Gagliani Caputo)


Nessun commento:

Posta un commento