venerdì 12 novembre 2021

DENIS ZAKARIA: È LUI L'UOMO GIUSTO PER IL CENTROCAMPO DELLA JUVENTUS?


Con l'avvicinamento della finestra invernale di calciomercato, la Juventus sta valutando eventuali interventi per rinforzare la squadra, soprattutto a centrocampo e in attacco.

Se in quest'ultimo reparto, l'obiettivo numero 1 resta Dusan Vlahovic, nonostante l'oggettiva difficoltà di battere la concorrenza dei club inglesi, a centrocampo la partita è ancora molto aperta.

I nomi che circolano in orbita Juve sono, infatti, diversi, dal belga Witsel, attualmente la pista più calda, fino al francese Tchouameni e al clamoroso ritorno di Paul Pogba. A loro, tuttavia, se n'è aggiunto un altro, soprattutto negli ultimi giorni ed è quello dello svizzero Denis Zakaria.

Il calciatore era già stato inseguito l'estate scorsa dalla Roma che, però, non era riuscita a concludere l'affare e ora sembra sia entrato a far parte del taccuino di Federico Cherubini, a caccia di nuovi talenti da portare a Torino.


Si tratta di un centrocampista centrale classe 1996 che, attualmente, gioca nel Borussia Mönchengladbach, dotato di grande fisicità e che potrebbe formare un'interessante coppia con Locatelli, oppure ricoprire il ruolo di frangiflutti davanti la difesa.

All'inizio della sua carriera, Zakaria era stato considerato “il nuovo Vieira”, proprio per la sua imponente stazza fisica, circa un metro e novanta di altezza e per i piedi buoni. Fin dagli esordi è stato utilizzato come centrocampista difensivo, uno in grado di recuperare molti palloni e far ripartire l'azione in fretta.

Dopo aver esordito nel Servette, giocando diciassettene la Challenge League, la seconda divisione svizzera, Zakaria è arrivato, la stagione successiva, in prima squadra e nel 2015 è passato allo Young Boys. Qui si è messo in mostra fin dalle prime partite, tanto da essere nominato “Rookie dell’anno” del club giallonero.

Dopo un'altra stagione da leader con la maglia dello Young Boys, il giocatore si è trasferito in Germania, al Borussia Mönchengladbach dove si è imposto immediatamente, diventando un punto di riferimento del gioco voluto da Marco Rose


L'anno scorso
, Zakaria ha subito un lungo stop a causa di un grave infortunio che lo ha tenuto fermo da marzo a novembre 2020, ma, seppur appena rientrato, si è meritato la convocazione per gli Europei appena conclusi con la vittoria dell'Italia. 

Nella Svizzera allenata da Murat Yakin è stato uno dei migliori, grazie alla sua straordinaria dinamicità e alla sua capacità di inserimento in avanti. Ormai è considerato un perno del centrocampo elvetico, tanto da aver attirato l'attenzione di molti grandi club europei, tra cui, appunto, la Juventus.

La situazione contrattuale di Zakaria gioca, sicuramente, a favore di chi vorrebbe acquistarlo, perché il suo contratto è in scadenza e il Borussia non sembra intenzionato a perderlo a zero. Pertanto, nonostante la sua valutazione si aggiri intorno ai 30 milioni di euro, è auspicabile la possibilità di ottenere uno sconto già da gennaio. 

Si tratta, senza dubbio, di un profilo molto interessante e che potrebbe far comodo a diverse squadra, ma potrebbe davvero essere la soluzione per la nuova Juventus di Allegri?

I limiti visti fino a oggi, infatti, fanno pensare all'assenza di un vero regista, un faro che possa essere in grado di velocizzare la manovra e, soprattutto, di verticalizzare in maniera decisiva. In questo, Manuel Locatelli se la sta cavando bene, ma non si è ancora capito se sia davvero il suo ruolo.

Il rischio è, come spesso accade, di prendere un doppione utile soltanto a fare numero nella rosa, senza risolvere il vero problema della squadra. 


(Marcello Gagliani Caputo)

Nessun commento:

Posta un commento