lunedì 20 dicembre 2021

JUVENTUS-CAGLIARI: LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI

 

Alla vigilia dell'ultima partita dell'anno contro il Cagliari, l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa.

Per il mister, quella di domani sarà «una partita delicata perché poi ci sono le vacanze, invece bisogna essere concentrati su domani, perché il Cagliari non merita la sua classifica, ha valori tecnici importanti in tutte le zone del campo. Se pensiamo che domani sarà facile, ci sbagliamo».

Dopo la vittoria di Bologna, la Juventus sembra in un buon momento di forma, come conferma lo stesso Allegri: «Stiamo bene, fisicamente e anche mentalmente. L'ottimismo c'è sempre, non bisogna perdere l'equilibrio nei momenti di difficoltà. Ci mancano i punti di quelle "famose" cinque partite, ma bisogna pensare al futuro, migliorando l'aspetto realizzativo».

Sui giocatori disponibili per il match contro il Cagliari, l'allenatore bianconero ha confermato che «siamo gli stessi di Bologna. Valuterò domani su Cuadrado, De Sciglio e Bentancur per vari motivi.  Kulusevski? A Bologna bene. Vorrei evitare di prendere un rischio domani per Dybala».  


Inoltre, ha annunciato che «domani dovrebbe giocare Kean. Sono soddisfatto di lui, soprattutto per come ha giocato a Bologna a livello caratteriale, con grande disponibilità. Il comportamento e la voglia di migliorare sono fondamentali per recuperare punti».

Sui giocatori ancora indisponibili, invece, Allegri ha spiegato che «Dybala, Danilo, Chiesa e Chiellini il 30 saranno con la squadra. Danilo sarà un po' più indietro, ma gli altri saranno a disposizione». 

Poi, si è soffermato su alcuni giocatori, tra cui De Ligt, migliore in campo contro il Bologna e al centro di preoccupanti voci di mercato: «De Ligt ha enormi qualità, ha ventidue anni e come molti nostri giocatori ha grandi margini di crescita».


Sulle possibilità di una rimonta almeno in zona Champions, il mister ha detto che «non possiamo fare previsioni, intanto dobbiamo vincere domani e fare un buon mese di gennaio, a fine febbraio si capirà se possiamo lottare per la stagione. Ma se domani non si vince, il successo di Bologna si vanifica».

A chi gli ha chiesto del prossimo mercato di gennaio, Allegri ha ripetuto che «dobbiamo arrivare a giugno con questa rosa, lavorando per migliorare, ognuno nel suo lavoro. Abbiamo cinque mesi per farlo, e dobbiamo stare sereni e concentrati». 

Infine, sul suo rapporto con i giocatori, l'allenatore bianconero ha spiegato che «mi trovo bene in questa situazione particolare di lavoro, mi fa sentire giovane. Ho giocatori differenti da quelli che avevo avuto anni fa, miglioreremo un po' per volta». 


Nessun commento:

Posta un commento