venerdì 19 novembre 2021

LAZIO-JUVENTUS, LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI

 
Alla vigilia della tredicesima giornata di Serie A che vedrà la Juventus impegnata a Roma contro la Lazio dell'ex Maurizio Sarri, l'allenatore bianconero Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa.

Dopo la vittoria ottenuta all'ultimo secondo contro la Fiorentina, la Juventus è tenuta a riprendere la rincorsa in classifica, per non perdere terreno dalle prime e agganciare la zona Champions League

La prima domanda è sull'avversario, considerato da Allegri uno dei più temibili: «Domani si affrontano le squadre che negli ultimi 10 anni si sono divise i trofei, tranne qualche caso. È una bella sfida. Sarà una gara difficile. La Lazio ha giocatori tecnici. Dobbiamo essere bravi in fase di non possesso. Sarri è un ottimo allenatore, che ha vinto l'ultimo Scudetto qui e ha fatto un buon lavoro».


Riguardo la possibile assenza di Paulo Dybala, alle prese con un infortunio rimediato in Nazionale, Allegri ha precisato che «Oggi Dybala proverà a fare allenamento. C'è la sua voglia di esserci ma dobbiamo essere prudenti perchè abbiamo tante partite nel prossimo periodo».

Qualche parola anche sul rientro di Moise Kean e su Adrien Rabiot, messosi in evidenza in Nazionale: «Kean ha lavorato bene ed è a disposizione domani. Rabiot è tornato bene dalla Nazionale».

Ancora guai, invece, per Aaron Ramsey, dopo le belle prove con il Galles: «Ramsey ha avuto un risentimento al flessore durante l'allenamento di ieri, è da valutare». 

Infortunato anche Federico Bernardeschi, che rimarrà fuori «per altri 15-20 giorni. È un giocatore che stava facendo bene e speriamo rientri nella maniera giusta».


Allegri ha le idee chiare su cosa aspettarsi da Federico Chiesa e gli chiede «di fare gol», mentre elogia Arthur, di cui si dice «molto contento. È un giocatore pienamente recuperato e con grande entusiasmo».

L'allenatore non ha sciolto i tanti dubbi sulla formazione che scenderà in campo domani, ma l'opzione più probabile sembra la seguente:

Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Cuadrado, Locatelli, McKennie, Rabiot; Chiesa, Morata.


Nessun commento:

Posta un commento