martedì 15 marzo 2022

JUVENTUS-VILLAREAL, ALLEGRI: «DOBBIAMO AVERE L'AMBIZIONE E L'OBIETTIVO DI ARRIVARE FINO IN FONDO»


Alla vigilia della partita di ritorno contro il Villareal, valevole per gli ottavi di finale di Champions League, Massimiliano Allegri e Manuel Locatelli hanno partecipato alla consueta conferenza stampa.

Dopo l'1-1 dell'andata, la Juventus è costretta a vincere per continuare a coltivare il sogno di arrivare in fondo alla Champions League, ma gli spagnoli guidati da Emery non sono avversario facile, come già visto in Spagna.

Il primo a rispondere alle domande dei giornalisti è stato Locatelli che ha presentato così il match in programma domani sera all'Allianz Stadium: «Domani sarà fondamentale il nostro atteggiamento, è una partita che non possiamo sbagliare. Siamo cresciuti tanto, il gruppo sta facendo molto bene e siamo davvero felici. Il Villarreal gioca bene a calcio, sono forti: dovremo stare attenti nelle due fasi e fare una partita molto matura: saremo pronti, la Champions è qualcosa di diverso ed emozionante, ma abbiamo la giusta mentalità».

Riguardo alle sue prestazioni e alla posizione in campo, l'ex Sassuolo ha precisato che «mi trovo molto bene nella posizione in cui gioco, riesco ad attaccare gli spazi, ma tutti noi dobbiamo continuare in questo modo, perché stiamo facendo bene. In questi mesi la mentalità del club mi ha colpito, ti entra dal primo momento».

Il giovane centrocampista spiega anche il rapporto con Allegri: «Il Mister ci chiede di occupare al meglio gli spazi, abbiamo capito cosa vuole da noi, proviamo a metterlo in pratica e in questo periodo ci stiamo riuscendo. Ma possiamo e dobbiamo ancora migliorare tutti, abbiamo margini».

Infine, Locatelli dedica un pensiero ad Arthur, suo compagno di centrocampo: «Stimo molto Arthur, ci siamo trovati bene fin dal primo momento in cui ci siamo visti».


Arrivato il momento di Allegri, il mister ha messo subito in chiaro ciò che si attende domani: «Siamo nel momento decisivo della stagione, stiamo bene. Vogliamo arrivare alla sosta nelle migliori condizioni, adesso ci focalizziamo su domani. Dobbiamo avere l'ambizione e l'obiettivo di arrivare fino in fondo. E non dobbiamo avere mai rimpianti; domani è come una finale secca e la giochiamo in casa».

L'allenatore bianconero ha fatto anche un bilancio sugli infortunati e sui rientri, alcuni dei quali previsti già domani: «Rientrano Chiellini, Dybala e Bernardeschi. Tre rientri importanti, anche nell'ottica eventuale dei 120 minuti. Out ancora Bonucci, anche con Alex Sandro non voglio rischiare. Vediamo se Zakaria rientra giovedì».

Sulla formazione, invece, Allegri ha precisato che «Vlahovic gioca domani, Morata è in un ottimo periodo di forma; in questo momento tutti stanno facendo bene, siamo diventati un gruppo granitico. Ma non abbiamo ancora fatto niente. Occhio ai pericoli, pensiamo a domani».


Il mister ha le idee chiare anche sull'approccio alla partita: «Domani ci dev'essere un'atmosfera positiva, sarà una partita difficile, in alcuni momenti dovremo anche difendere. Questo è il momento che conta della stagione: è adesso che si deve essere "diversi" dal resto della stagione. Il Villarreal è una squadra esperta, con un allenatore molto bravo, concede poco e non esce dalla partita».

La parola d'ordine è passare il turno, come ha confermato lo stesso Allegri: «L'obiettivo unico di domani è ovviamente passare il turno, e questo capita interpretando al meglio i vari momenti della gara. All'andata abbiamo pagato una disattenzione, ma in ogni caso il turno non si sarebbe comunque deciso in Spagna».

L'allenatore bianconero si è soffermato, soprattutto, sul modo in cui i giocatori dovranno affrontare la partita e si è detto sicuro sull'affidabilità dei suoi uomini: «In questo momento c'è solo da giocare e da vincere. E la palla diventa più piccola e più pesante... Non ho preoccupazioni, la squadra ha trovato maturità, ci sarà da avere pazienza e interpretare bene la partita, con rispetto dell'avversario». 

Infine, un pensiero anche per qualche singolo, a cominciare dalla coppia d'attacco Morata-Vlahovic: «Morata deve far gol, come Vlahovic. Ma stanno facendo bene in tanti e siamo pronti. Pellegrini è cresciuto molto, è contento ma ha ancora margini di miglioramento».



Nessun commento:

Posta un commento