martedì 11 gennaio 2022

INTER-JUVENTUS, LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI E CHIELLINI: "DA VALUTARE LE CONDIZIONI DI DYBALA"

 

Alla vigilia della finale di Supercoppa Italiana tra Inter e Juventus, l'allenatore bianconero Massimiliano Allegri e il capitano Giorgio Chiellini hanno tenuto la consueta conferenza stampa.

Il primo a parlare è stato Chiellini che si è subito soffermato sull'incredibile vittoria in rimonta contro la Roma, all'Olimpico:  «Una vittoria come quella di domenica ti dà una bella botta di adrenalina, ma dobbiamo avere equilibrio. Sappiamo che dobbiamo crescere e dare continuità, ma le finali sono partite a sé».

Sulla partita di domani, il capitano ha confermato che «ci giocheremo il titolo in un grande stadio contro una squadra importante che sta davvero bene. Stiamo bene, siamo quasi tutti a disposizione».


Sui tanti assenti in casa Juventus, invece, ha detto che «dispiace per Chiesa, speriamo di potergli dedicare la vittoria domani, è un peccato giocare senza Cuadrado e de Ligt, però devo dire che, a prescindere dai giocatori coinvolti, non sia bello saltare una finale per un giallo in campionato. Spero questa regola cambi in futuro».

Chiellini dice la sua anche su ciò che la sua squadra deve migliorare: «Dobbiamo essere più bravi a non uscire mai dalle partite. Il primo tempo con la Roma era stato equilibrato, quanto accaduto a inizio secondo tempo non deve più capitare. Dobbiamo andare avanti per la nostra strada con costanza ed equilibrio. Le iniezioni di fiducia sono importanti, ma non devi volare in alto dopo due vittorie e non devi abbatterti se le cose non vanno come vorresti».

Infine, un pensiero su se stesso e sulle sue condizioni fisiche: «Io sto bene, ho avuto modo di allenarmi negli ultimi giorni dopo feste travagliate, come lo sono state per tanti italiani. Domani non partiamo favoriti, ma sappiamo che nelle finali i pronostici valgono fino a un certo punto».

Le prime indicazioni di Allegri sono sulla formazione che scenderà domani in campo: «Domani Bonucci sarà a disposizione, Danilo forse lo avremo la prossima settimana. In porta gioca Perin, perché Szczesny si è vaccinato e dovrà arrivare allo stadio all'ultimo. Contro la Roma Rugani è stato tra i migliori e a livello difensivo è tra i più bravi. Per domani devo valutare le condizioni di Dybala, perché non era in programma giocasse tanto a Roma».

Sulla difficoltà del match contro l'Inter, l'allenatore bianconero non ha dubbi: «Domani sarà una partita a sé, da giocare in uno stadio meraviglioso contro la squadra più forte del campionato che sta facendo benissimo ed è in fiducia. Qualunque cosa succeda domani, però, non deve intaccare il nostro cammino».


Non poteva, naturalmente, mancara una risposta sul mercato, soprattutto dopo l'infortunio di Chiesa: «Ho parlato con Federico, dispiace tantissimo, ma è giovane e ha tempo di riprendersi e fare una grande carriera. Per sopperire a questa mancanza dovremo fare tutti qualcosa in più. Mercato? Non ne parlo, ma la rosa è questa e restiamo così».

Quasi come un mantra, Allegri torna a parlare degli aspetti da migliorare: «Dobbiamo migliorare la qualità dei passaggi e avere più serenità nel giocare. A volte abbiamo troppa fretta e su questo dobbiamo crescere. Loro sono anche una squadra fisica, dovremo giocare bene e difendere bene. Dobbiamo avere sempre equilibrio e analizzare le cose che vanno bene e quelle da migliorare. Abbiamo ragazzi giovani e certe situazioni si leggono solo con l'esperienza, che si acquisisce giocando». 

Infine, una riflessione sul futuro della Juventus: «Noi dobbiamo pensare partita dopo partita per raggiungere quelle che ci sono davanti e l'anno prossimo vedremo se saremo stati bravi ad accorciare i tempi per tornare a lottare per lo scudetto».


Nessun commento:

Posta un commento