lunedì 29 novembre 2021

SALERNITANA-JUVENTUS: LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI

 
A tutto avremmo pensato a questo punto della stagione, ma non che una partita come Salernitana-Juventus sarebbe stata così importante per i bianconeri. 

Eppure, dopo la sconfitta contro l'Atalanta, la trasferta campana diventa un passo fondamentale per riprendere un cammino, fino a oggi, pieno di difficoltà.

Alla vigilia della partita, l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa, durante la quale ha presentato la partita e ha parlato del delicato momento della squadra e della società.

Descrivendo la partita che attende i bianconeri, il mister ha detto che «sarà complicata anche perché si gioca in trasferta. Sarà importante l'approccio. La squadra con l'Atalanta ha fatto una buona partita, bisogna continuare a lavorare con serenità per fare qualcosina in più».


Riguardo, invece, alle difficoltà incontrate prima contro il Chelsea in Champions League e poi in Campionato con l'Atalanta, Allegri ha risposto che «in questo momento ci vogliono ordine, concretezza e serenità. Momenti come questo fanno parte del nostro lavoro, ma abbiamo ancora tanti obiettivi da raggiungere. Bisogna trovare il modo per uscire dalla tempesta. È normale manchi un po' di spensieratezza. Tutti vorremmo fare qualcosa in più, invece dobbiamo essere ordinati, fare il nostro compito e superare questo momento in campionato. Ne usciremo, servono calma e pazienza».

Aggiungendo che, al contrario di quanto atteso, De Sciglio non rientrerà, l'allenatore ha detto la sua sulla crisi in zona gol: «Pochi gol? Abbiamo segnato poco rispetto alle occasioni create. Nel giro di poco i giocatori ricominceranno a fare gol e magari vedremo le cose in un'altra ottica».

In particolare, si è soffermato su Alvaro Morata, molto criticato dai tifosi: «Morata  sabato ha fatto una delle migliori partite della stagione sotto ogni aspetto ed è stato uno dei migliori in campo. I giudizi vanno dati con oggettività sulla prestazione, senza preconcetti che mi dispiace vedere».


Su quale sia l'obiettivo di domani, Allegri non ha dubbi: «Domani dobbiamo vincere, a prescindere da chi scenderà in campo in una gara non facile. La Salernitana anche a Cagliari ha fatto una partita di cuore, poi è una squadra che ha fisicità e un campione come Ribery».

A chi gli chiede quando darà maggior spazio a Kaio Jorge, l'allenatore bianconero risponde che  «è un ragazzo giovane, che sta crescendo e ha bisogno di fare esperienza. Abbiamo anche altri ragazzi giovani con noi che ci possono dare una mano».

Su Matias Soulé, invece, il mister conferma che  «è con noi, è un giocatore tecnico e bravo e in questo momento un po' di gioventù fa bene e porta spensieratezza e freschezza».

Infine, a chi gli chiede come giudica questa prima parte di stagione, Allegri dice che «non esistono le annate di transizione alla Juventus. Siamo alla Juventus e serve l'ambizione di ottenere il massimo. Siamo agli ottavi di Champions, la Coppa Italia da giocare e una rincorsa stimolante da vivere in campionato». 


Nessun commento:

Posta un commento