martedì 12 ottobre 2021

JUVENTUS, GRANDI MANOVRE A CENTROCAMPO

 

Chi schierare a centrocampo sarà uno dei rebus che Massimiliano Allegri dovrà risolvere nei prossimi giorni, in vista del match contro la Roma. All'assenza certa di Rabiot (Covid) e a quella molto probabile di McKennie, si aggiunge infatti lo scarso rendimento di Ramsey.

La coperta a centrocampo è molto corta ormai da diverso tempo per la Juventus, vista soprattutto la situazione del gallese, ormai fuori dal progetto e al vistoso calo delle prestazioni di McKennie, molto più spesso al centro della cronaca per fatti inerenti la sua vita privata.

A questo punto, gli unici due punti fermi sembrano Locatelli e Bentancur, motivo per il quale la dirigenza bianconera sembra intenzionata ad agire già nel mercato di gennaio per risolvere il problema e colmare le pesanti lacune in mezzo al campo.

Il sogno si chiama Aurélien Tchouaméni, il giovane francese del Monaco che si sta mettendo in mostra anche in Nazionale, ma oltre a essere un'operazione difficile e dispendiosa, la concorrenza aumenta giorno dopo giorno, facendo lievitare il prezzo del giocatore.

Oltre a Tchouaméni, la Juventus sembra aver messo gli occhi sull'olandese Donny van de Beek, ormai ai margini del Manchester United e molto apprezzato da Massimiliano Allegri. Rispetto all'operazione Tchouaméni, questa sembrerebbe più fattibile e meno pesante per le casse bianconere, per cui l'ottimismo è sicuramente superiore.



Per portare a Torino anche soltanto uno dei due, serviranno, tuttavia, delle cessioni e oltre a quella molto probabile di Aaron Ramsey (per lui sirene inglesi sponda Newcastle), verranno probabilmente messi sul piatto anche McKennie e Rabiot, tutti e due mai in grado di dare certezze e continuità.

In particolare il francese, molto apprezzato da Allegri, non è ancora riuscito a compiere il definitivo salto di qualità e, dunque, la società si sarebbe stancata di aspettare. 

Secondo alcuni quotidiani spagnoli, ci sarebbe in vista addirittura uno scambio con il Real Madrid di Carlo Ancellotti, estimatore di Rabiot già ai tempi dell'Everton. Per il francese, a Torino arriverebbe Dani Ceballos

Anche per McKennie, come per Ramsey, la destinazione più probabile sarebbe la Premier League, ma non si esclude un suo ritorno in Germania. 

Se tutte e tre queste cessioni andassero in porto, la Juventus si troverebbe un tesoretto da spendere sia a gennaio sia nella prossima sessione estiva di mercato e da poter investire anche per dare l'assalto a Dusan Vlahovic o, addirittura, a Paul Pogba.


Nessun commento:

Posta un commento