martedì 19 ottobre 2021

ZENIT SAN PIETROBURGO-JUVENTUS: LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI E WOJCHIECH SZCZESNY

 

Come di consuetudine, si è tenuta all'ora di pranzo la conferenza stampa della vigilia di Champions League. A rispondere alle domande dei giornalisti, l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri e il portiere Wojchiech Szczesny.

Il mister è stato il primo a parlare e ha cercato di descrivere l'impegno che domani attende i suoi giocatori: "Lo Zenit ha grande qualità a centrocampo e ha centravanti con caratteristiche differenti fra loro, quindi dovremo fare una bella partita per uscire con un risultato positivo". 

Riguardo, invece, il punto della situazione dopo la vittoria contro la Roma, Allegri ha specificato che "l'ambizione di puntare al massimo c'è sempre, a prescindere da tutto. Il prossimo scalino? Domani. Poi, ovviamente, durante l'anno, i miglioramenti fisici e tecnici devono essere di tutti, ma facciamo un passo alla volta, con molta calma". 

Non poteva mancare, naturalmente, una domanda sul recupero di Paulo Dybala, ancora ai box nonostante l'ottimismo all'indomani dell'infortunio accorsogli contro la Sampdoria: "Il recupero di Dybala procede bene, quasi sicuramente sarà a disposizione contro l'Inter, e potrà mettere minutaggio fino alla sosta. Domenica? Non ci pensiamo, non possiamo distrarci domani, è troppo importante vincere".



Sullo stato di forma della squadra, invece, il mister ha confermato che "la squadra adesso ha piacere a giocare entrambe le fasi, stiamo lavorando tutti i giorni per continuare a migliorare: i risultati aumentano autostima e serenità, anche nelle giocate in campo".

Anche Szczesny ha voluto dire la sua sul buon momento che sta vivendo insieme ai suoi compagni: "Questa squadra ha giocatori molto forti, ma non potevamo sempre fare tre gol per vincere una partita. Abbiamo riscoperto il gusto di difendere e di sacrificarci, fin dall'allenamento. E la differenza si vede in campo". 

Poi ha risposto alle critiche pervenutegli a inizio stagione: "Ho passato un periodo difficile, ma grazie al supporto di tutti sto voltando pagina. Bisogna sempre e solo pensare ad aiutare la squadra. Lontano dalla Juve? Non mi sono mai sentito". 

Infine, il numero 1 bianconero ha spiegato cosa servirà domani per fare risultato in Russia: "Per vincere domani serve lo spirito di sacrificio e di squadra che abbiamo ritrovato. L'atteggiamento nel lavoro quotidiano è cambiato, devo fare i complimenti ad Allegri. Ritrovarlo è stato bello, si vedono i risultati". 


Nessun commento:

Posta un commento