martedì 7 settembre 2021

JUVENTUS: UN CANTIERE APERTO


 L'ultima sessione di calciomercato ha evidenziato come la Juventus sia in un delicato momento di passaggio, sia dirigenziale (con la promozione di Cherubini e l'arrivo di Arrivabene) sia dal punto di vista tecnico dopo il ritorno di Allegri, l'addio di Cristiano Ronaldo e alcuni innesti di giovani interessanti, in primis Manuel Locatelli. 

Ebbene, nonostante la stagione sia cominciata e il calciomercato chiuso, la Juventus sta continuando a fare progetti per il futuro, proseguendo sulla strada intrapresa e dando particolare attenzione ai giovani. 


Così, sul taccuino di Cherubini e soci sono finiti diversi profili promettenti, a cominciare dal francese Aurélien Tchouaméni, il quale ha già ricevuto l'investitura del grande ex Paul Pogba. Per il francese, però, la strada non è facile, perché la sua quotazione è in costante crescita e, al momento, sembra che non bastino neppure 30 milioni di euro

A oggi, l'età media della rosa juventina è scesa a 27 anni e l'eventuale arrivo del centrocampista del Monaco, forse già nel prossimo gennaio potrebbe farla scendere ulteriormente e rinforzare un reparto in costante difficoltà e che punta anche sul classe 1999 Boubacar Kamara del Marsiglia. 


Tuttavia, i progetti della dirigenza bianconera sono più ampi e coinvolgono anche altri reparti, tra cui l'attacco che dopo l'arrivo di Kaio Jorge, potrebbe trovare il suo pezzo da novanta in Dusan Vlahovic, il serbo della Fiorentina che Commisso vorrebbe blindare il prima possibile. 

Nonostante gli sforzi del Presidente viola, Vlahovic sarà, con tutta probabilità, al centro della prossima sessione di mercato e la Juventus potrebbe provare l'affondo presentando un'offerta intorno ai 60 milioni o provando a bissare l'operazione Federico Chiesa


Oltre al serbo, ci sono altri nomi che girano nell'orbita Juventus, dal giovane Giacomo Raspadori del Sassuolo che, però, pare abbia già rifiutato quest'estate il trasferimento fino al classe 2002 Ryan Gravenberch, il cui procuratore è Mino Raiola. 


(Marcello Gagliani Caputo)

Nessun commento:

Posta un commento