sabato 19 marzo 2022

JUVENTUS-SALERNITANA, ALLEGRI: «PER COSTRUIRE CI VUOLE TEMPO»

 
Ancora sotto choc per l'eliminazione dalla Champions League, la Juventus deve gettarsi alle spalle la delusione e affrontare il nuovo turno di Campionato per continuare a coltivare il sogno della rimonta e, soprattutto, per difendere il quarto posto.

Come di consueto, alla vigilia del match, si è tenuta la conferenza stampa dell'allenatore bianconero Massimiliano Allegri che ha così presentato la sfida di domani pomeriggio all'Allianz Stadium: «La Salernitana è diversa dall’andata, gioca meglio. Noi dobbiamo dimenticare la delusione di mercoledì, chiudere questo periodo nel migliore dei modi, per stare a contatto con l’Inter e poi giocarci lo scontro diretto».

Riguardo le scelte di formazione, il mister ha ancora diversi dubbi, anche grazie ai rientri dagli infortuni: «Ci sono un po' di giocatori che rientrano, capirò le scelte da fare. Arthur gioca domani e ultimamente gioca sempre. Doveva tornare in condizione ed è rientrato nel momento giusto anche per la squadra, con pazienza».


Sul delicato momento, invece, Allegri dispensa ottimismo per il futuro: «Stiamo mettendo delle buone basi insieme alla società, per costruire ci vuole tempo. Siamo sulla buona strada e abbiamo trovato una scorciatoia...»

Per l'allenatore sarà molto importante non mollare e non lasciarsi influenzare da quanto accaduto in coppa: «Il 6 gennaio alle 22.30 eravamo a -10 dall'Atalanta: adesso possiamo consolidare il quarto posto, arrivare a giocarci lo scontro diretto con l'Inter a una distanza molto più breve di prima. Non si deve e non si può salire sulle montagne russe».

Inevitabilmente, Allegri è tornato sulla partita contro il Villareal: «I giocatori non cambiano il loro valore dal mercoledì al giovedì. Abbiamo creato tante palle gol con il Villarreal. Poi bisogna anche essere fatalisti, anche se è normale che nessuno si aspettasse una sconfitta di questo tipo, anche durante la partita. Mercoledì la squadra aveva ripreso a giocare con ordine dopo il gol subito; purtroppo ci sono gli imprevisti e sul calcio d'angolo non siamo stati lucidi. L'unica cosa che ho chiesto ai ragazzi è di smaltire in fretta la delusione e rifarsi domani».


Di fronte alle critiche di tifosi e addetti ai lavori, il mister difende il proprio lavoro: «Al rientro abbiamo la possibilità di giocarci le ultime partite con tutta la rosa disponibile e anche in buona forma. E se sbaglio formazione, posso rimediare. Io devo guardare al piano che abbiamo con la Società, grazie alla quale abbiamo anche accorciato i tempi su un piano di crescita che abbiamo pensato in 4 anni. Se per i giornali il quarto posto è un fallimento, fanno bene a scriverlo».

Dolci parole anche per i suoi calciatori: «Non ho da rimproverare niente ai giocatori, sono orgoglioso di loro. Da ora a fine stagione dobbiamo fare il massimo e vedere dove arriviamo; non cambio le mie valutazioni su di loro: ormai, dopo qualche mese, li conosco. Si è creato un gran gruppo».

Infine, Allegri conferma che bisogna proseguire sulla strada intrapresa: «Sono contento di come stiamo lavorando, poi è normale che ogni anno la squadra vada sistemata e rimodellata ma il tutto va fatto con lucidità e senza ragionare "di pancia"; ripeto che ho molta fiducia in questo gruppo, che ha margini di miglioramento. A inizio campionato abbiamo avuto difficoltà, poi gradualmente abbiamo ritrovato fiducia. Dobbiamo continuare a fare un passo alla volta, ci sono ancora molti punti da fare per arrivare nelle prime quattro».




Nessun commento:

Posta un commento