domenica 30 gennaio 2022

MERCATO, ORE CALDISSIME IN CASA JUVENTUS

 
Dopo il colpo Vlahovic, sono ore caldissime per la Juventus che continua a essere al centro di diverse trattative di mercato, sia in entrata sia in uscita.

I tifosi, infatti, si aspettano un innesto anche a centrocampo dove, fino a oggi, si sono evidenziati i maggiori problemi della squadra, soprattutto in fase di costruzione della manovra. 

Nelle ultime ore, è uno il nome che sta avanzando in maniera prepotente, ovvero Denis Zakaria, il centrocampista svizzero in forza al Borussia Mönchengladbach. Secondo alcune indiscrezioni, la Juventus avrebbe già raggiunto l'accordo con il giocatore e ora sta lavorando per convincere i tedeschi ad accettare l'offerta.


In alternativa, rimane viva la pista che porta a Nahitan Nandez del Cagliari, ma prima di qualsiasi operazione i bianconeri devono prima sfoltire la rosa.

I principali indiziati a lasciare Torino sono Rodrigo Bentancur e Dejan Kulusevski, per cui sembra forte l'interesse dell'Aston Villa e, soprattutto, del Tottenham di Antonio Conte e Fabio Paratici, pronto a ingaggiarli tutti e due.

Per lo svedese, infatti, ci sarebbe già un accordo che prevede il prestito a 5 milioni + 35 di obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni, mentre per l'uruguaiano le due squadre sono ai dettagli

Fino a ora, le offerte pervenute alla dirigenza juventina non sono state ritenute soddisfacenti, ma la sensazione è che almeno uno dei due trasferimenti andrà in porto, così da permettere l'affondo su Zakaria.


Per lo svizzero, la Juventus pare abbia offerto 5 milioni di euro al Borussia e un contratto da 3 milioni netti a stagione per il giocatore, il quale dovrebbe firmare per quattro anni. 

Nonostante manchino ormai circa 48 ore alla chiusura del mercato di gennaio, trapela ottimismo per la positiva soluzione della trattativa. Zakaria, infatti, è in scadenza di contratto, per cui i tedeschi potrebbero perderlo a zero a giugno.

Se anche questo colpo andrà a segno, Allegri si troverà in mano una squadra più completa e, soprattutto, maggiormente propensa ad attaccare. Pertanto, l'assalto alla qualificazione in Champions League diventerà una priorità e un obiettivo da non fallire.


Nessun commento:

Posta un commento