sabato 23 ottobre 2021

INTER-JUVENTUS: LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI

 

Come di consueto, si è tenuta in mattinata la conferenza stampa di presentazione di Inter-Juventus. Davanti ai giornalisti, un Massimiliano Allegri reduce dalla terza vittoria consecutiva in Champions League e di nuovo saldo alla guida della Juventus.

Sull'attesa del match, il mister ha risposto che "non c'è tensione, c'è l'attesa giusta di quando si gioca una grande partita. Dovrà essere una bellissima serata, speriamo di fare risultato. Per me? Sarà emozionante, è bello vivere queste partite, che si preparano da sole".

Sul recupero di Paulo Dybala, Allegri ha precisato che "Paulo sarà a disposizione, sta bene, ha fatto due allenamenti con la squadra. Siamo quasi al completo, ed è importante, da qui alla sosta, ci sarà bisogno di tutti". 

Riguardo l'importanza del match, il mister ha sottolineato come "non sarà una partita decisiva, ma vincere ci permetterebbe di allungare la striscia positiva e di fare un salto in avanti".

Inoltre, Allegri si aspetta che sia "una bellissima serata, ci saranno tanti spettatori, si torna a vivere una grande atmosfera, ci sono tante aspettative da parte nostra, dell'Inter e dei tifosi. L'Inter secondo me è ancora la favorita per lo Scudetto: sarà un test importante".

Per quando concerne la formazione, l'allenatore ha detto che "non ho ancora deciso la formazione, ieri abbiamo fatto un buon allenamento, ma forse deciderò domattina. In difesa stanno bene tutti. De Ligt potrà imparare anche a giocare a destra, sarà un passaggio da fare".



Allegri si è soffermato anche su quanto sia importante giocare bene tecnicamente in partite come questa, perché "nel calcio bisogna saper stoppare, passare e smarcarsi. Noi ogni tanto sbagliamo una di queste tre cose in certe situazioni, non per motivi tecnici, ma per attenzione. Dico sempre ai ragazzi che bisogna lavorare per non sbagliare nemmeno una palla".

Il mister ha spiegato anche il delicato momento in zona gol, da alcuni attribuito alla partenza di Cristiano Ronaldo: "Essendo partito Cristiano ognuno ha più responsabilità, e si deve cercare il gol con tutti i giocatori che abbiamo. Domani dovremo giocare bene tecnicamente, l'Inter è forte: servirà lucidità e voglia di battagliare". 

Un pensiero anche su Edin Dzeko, soprattutto dopo che l'attaccante ha detto di essere stato a un passo dalla Juventus: "Dzeko è un giocatore che sa giocare a calcio, e fa una bella coppia con Lautaro. Ma l'Inter ha tante ottime individualità, per questo secondo me è ancora la più forte del campionato". 

Infine, qualche notizia su Rabiot, appena guarito dal Covid e su Arthur, rientrato sia in Campionato sia in Champions: "Rabiot? Lo vedo oggi, si è negativizzato ma devo vedere come sta. Arthur alza la qualità della squadra, è molto utile. Deve riprendere condizione, piano piano aumenterà minutaggio per poi diventare titolare".

Inter-Juventus si disputerà domani sera allo stadio Giuseppe Meazza, con fischio d'inizio alle 20.45. Verrà trasmessa in eslcusiva su DAZN.


Nessun commento:

Posta un commento