domenica 26 settembre 2021

JUVENTUS-SAMPDORIA 3-2: COMMENTO E PAGELLE

 

Dopo la sofferta vittoria di La Spezia, la Juventus bissa il 3-2, ma stavolta in casa contro la Sampdoria. Tuttavia, è stata una partita molto diversa da quella di qualche giorno fa, perché i bianconeri hanno dominato il match, soprattutto nel primo tempo.

La prima mezz'ora è stata a senso unico, con la Juventus in gol e vicina al raddoppio e al 3-0, ma troppo sciupona sotto porta, prima con Chiesa e poi con Morata, tutti e due ispirati da un maiuscolo Dybala che, però, è dovuto uscire prima della fine del primo tempo per infortunio.

Dall'uscita dell'argentino, i bianconeri hanno calato il ritmo e sono andati in difficoltà, tanto da permettere ai doriani di rientrare in partita proprio allo scadere della prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo, la squadra è ripartita a mille e ha ristabilito le distanze, controllando per larga parte della partita i tentativi vani della Sampdoria. Eppure, a meno di dieci minuti dalla fine, è arrivato il 3-2 di Candreva, praticamente al secondo tiro in porta dei liguri.

Dopo i progressi visti contro lo Spezia, anche in questa partita abbiamo assistito a belle cose, ma si deve ancora lavorare sulla difesa, parsa, ancora una volta, troppo penetrabile e, come in occasione del primo gol della Samp, distratta. 



PAGELLE:

Perin 6.5: Si gioca bene le sue carte al debutto e non può far nulla sui due gol della Sampdoria, facendosi trovare sempre pronto e reattivo, seppur poco impegnato.

Cuadrado 6: Gioca da terzino, per cui punge poco in avanti, ma è sempre attento dietro e il primo a proporsi per le ripartenze.

Bonucci 6.5: Grazie alla presenza di Locatelli, il gioco della Juve dipende meno da lui, ma la sua presenza è sempre importante per la fase di costruzione. Batte in maniera impeccabile il calcio di rigore del 2-0, ma dietro c'è ancora qualcosa da ricalibrare.

De Ligt 6: Domina in area di rigore, ma pecca nel posizionamento del primo gol e ogni tanto tende ad abbassarsi troppo. Lo aspettiamo al meglio.

Alex Sandro 7: Ormai è chiaro che è stato recuperato definitivamente, perché è, con costanza, uno dei migliori in campo. Anche oggi si sacrifica in avanti e in difesa, chiudendo anche diagonali importantissime.

Locatelli 7: Con lui a comandare il gioco e protetto dal dinamismo di Bentancur, il gioco della Juventus è molto più fluido e ordinato. Segna con un perfetto inserimento, il futuro è tutto dalla sua parte.

Bentancur 7: A La Spezia era stato uno dei peggiori, oggi si riscatta giocando a tutto campo. Recuperare tanti palloni, va vicino al gol e chiude davanti la difesa, permettendo a Locatelli di avere maggiore libertà. Dall'82' McKennie SV

Chiesa 6.5: Meno esplosivo del solito, sembra giocare col freno a mano tirato, forse preoccupato ancora dell'indurimento sentito contro lo Spezia o, forse, perché vuole risparmiarsi in vista della Champions. Dal 70' Chiellini 6: Entra per dare maggiore forza alla difesa e fa il suo, come al solito.

Bernardeschi 5.5: Ogni volta che gioca titolare sembra la sua grande occasione, ma nemmeno stavolta riesce a fare molto. Prova a sacrificarsi sulla fascia, ma sembra sempre un pesce fuor d'acqua. Dal 70' Ramsey 5: Ha venti minuti per mettersi in mostra, ma preferisce giocare a nascondino. 

Dybala 7: Fino alla forzata sostituzone, era uno dei migliori in campo, se non il migliore. La sfortuna sembra accanirsi contro un campione forse troppo fragile e proprio in uno dei momenti più delicati della stagione, tra il rinnovo del contratto, la rincorsa in Campionato e la Champions League. Dal 22' Kulusevski 5: Stesso discorso valido per Bernardeschi, i due non ne vogliono sapere di entrare nei meccanismi della squadra.

Morata 6.5: Sbaglia un gol non da lui, ma è il solito giocatore generoso che corre, prende calci e tiene alta la squadra. Anche lui esce per un sospetto infortunio. Dall'82' Kean SV

Nessun commento:

Posta un commento